Giordano Bruno

Nel febbraio del 1600 Giordano Bruno venne mandato al rogo come eretico a Roma, in Campo de’ Fiori. Oggi, sulla piazza, sorge un monumento che lo celebra come eroe del libero pensiero, quasi un antesignano dei fieri laici positivisti di fine Ottocento. Ma tutto questo è un immane equivoco. Giordano Bruno fu avversato dalla Chiesa per ragioni assai differenti, in quanto propugnatore di una ” nova filosofia ” radicalmente anticristiana, di cui la magia naturale e la ” prisca Aegyptiorum sapientia ” sono componenti fondamentali. La magia naturale di Bruno si articola soprattutto nei trattati latini – magici e mnemotecnici -, vero nucleo rovente della sua opera. Ma non c’è dubbio che siano i testi di più difficile accesso

De vinculis in genere

De l’infinito, universo e mondi

De Magia

Candelaio

La cena de le ceneri

De gl’eroici furori

Spaccio de la bestia trionfante


G.Brunoultima modifica: 2009-03-27T22:12:00+00:00da altramusa
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation