Olindo Guerrini, nacque a Forlì il 4 ottobre 1845 e morì a Bologna il 21 ottobre 1916. Fu poeta, prosatore, bibliofilo e studioso di letteratura italiana.Non si tardò a sapere che l’autore era in realtà il Guerrini stesso; quest’opera fu accolta in un clima di scandalo e fu ritenuta atto di grande audacia, sia per la spinta innovatrice in deroga all’osservanza delle tradizionali regole metriche, sia per l’ostentata adesione al verismo in poesia manifestata dal Guerrini


La denuncia e la satira del conformismo morale, religioso, sociale, sono presenti anche nelle successive raccolte: Polemica (1878), Nova polemica (1878), dove la riconferma della poetica verista si affianca a un violento anticlericalismo.Usò anche con notevole efficacia il dialetto romagnolo nei Sonetti Romagnoli, pubblicati postumi dal figlio Guido nel 1920. Pur atteggiandosi a poeta maledetto, Guerrini restò ignaro delle complicazioni etiche e intellettuali dell’estetismo. Nelle sue poesie predomina un tono medio, che ne fa un tipico esponente del realismo.

monthlyart1.gif

Rime di Argia Sbolenfi

Brani di vita

Nova polemica di Lorenzo Stecchetti

Postuma : canzoniere di Lorenzo Stecchetti / edito a cura degli amici

Rime di Lorenzo Stecchetti (Le)

Olindo Guerrini,ultima modifica: 2009-07-11T16:35:00+00:00da altramusa
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation